logo
Tempio Crematorio di Mappano

l'Associazione

   Torna indietro    Stampa la pagina

STATUTO DELLA SOCREM

COSTITUZIONE E SCOPO

Art. 1. - La "Società per la Cremazione di Torino", siglabile in "SOCREM Torino" è stata costituita in Torino il 6 aprile 1883, è stata riconosciuta quale Ente Morale con R.D. 25 febbraio 1892 ed ha personalità giuridica; ha sede in Torino e può istituire sedi secondarie.

Art. 2. - La SOCREM Torino è un'associazione di promozione sociale che ha per scopo:

  1. la cremazione dei Soci defunti;
  2. l'attestazione della volontà dei Soci di essere cremati e della eventuale destinazione delle ceneri;
  3. l'effettuazione del servizio di cremazione ai sensi della normativa vigente;
  4. la diffusione del rito della cremazione, intesa come manifestazione di civiltà e di progresso, anche tramite la promozione di iniziative di carattere sociale, culturale e legislativo;
  5. la realizzazione, la conservazione e la gestione di aree crematorie e di cinerari;
  6. la conservazione delle ceneri come culto della memoria oppure la dispersione delle ceneri (in area cimiteriale o in natura o in sedi private) oppure l'affidamento a familiari o persone designate dal Socio;
  7. la raccolta, la custodia e l'attestazione delle eventuali disposizioni di fine vita dei Soci;
  8. la promozione di studi storici e di ricerche sulla cremazione, nonché la partecipazione ad iniziative ed istituzioni culturali che operano nell'ambito di discipline affini;
  9. il sostegno economico ad associazioni culturali senza scopo di lucro che abbiano tra i loro fini la diffusione dell'idea cremazionista;
  10. la pubblicazione di libri, riviste, saggi e opuscoli sulla cremazione anche mediante iniziative culturali proprie o di altre istituzioni;
  11. l'assunzione di iniziative nel campo della solidarietà attraverso interventi rivolti in particolare ad affrontare i problemi legati alla solitudine ed alla malattia.
  12. I suddetti scopi possono essere perseguiti anche attraverso la partecipazione ad enti o società preesistenti o all'uopo costituite.

SOCI

Art. 3. - La SOCREM Torino è costituita dai Soci che con l'adesione all'associazione manifestano la propria scelta cremazionista e si obbligano ad osservare questo Statuto.

Art. 4. - I Soci si distinguono in ordinari e benemeriti. 

Art. 5. - Sono Soci ordinari coloro che - avendo personalmente scelto il rito della cremazione - versano la quota di iscrizione nella misura stabilita dal Consiglio Direttivo.

Art. 6. - Sono Soci benemeriti le persone che sostengono l'attività della SOCREM Torino con un contributo significativo, di regola non inferiore a cento volte la quota di iscrizione stabilita per i Soci ordinari, ovvero coloro che abbiano concorso a dare incremento all'attività della SOCREM Torino con donazioni, lasciti o in qualsiasi altro modo ritenuto idoneo dal Consiglio Direttivo.
La proclamazione dei Soci benemeriti è deliberata dall'Assemblea generale dei Soci su proposta del Consiglio Direttivo.

Art. 7. - Il recesso dall'associazione non dà diritto al rimborso dei contributi versati a qualsiasi titolo.

Art. 8. - Il Consiglio Direttivo può proporre all'Assemblea la proclamazione di Presidenti onorari e di Consiglieri onorari per particolari meriti acquisiti durante la loro permanenza nel Consiglio Direttivo della Società e conferisce attestati di benemerenza a coloro che, con l'opera di volontariato, abbiano significativamente concorso a realizzare gli scopi della SOCREM Torino.

Art. 9. - I Soci benemeriti, i Presidenti onorari ed i Consiglieri onorari avranno diritto di essere cremati gratuitamente, a spese della SOCREM Torino.

Art. 10. - Il diritto d'uso delle cellette della SOCREM Torino per la conservazione delle ceneri dei cremati e dei servizi accessori è riservata ai Soci della Società, ai coniugi, conviventi, parenti ed affini di Soci ancorché deceduti, con le modalità e previo pagamento del corrispettivo fissato dal Consiglio Direttivo.

ASSEMBLEA

Art. 11. - I Soci costituiscono l'Assemblea e hanno diritto ad un voto. Possono farsi rappresentare, mediante delega scritta, da un altro Socio.
L'Assemblea può eleggere per lo svolgimento dei lavori due scrutatori ed un segretario.

Art. 12. - L'Assemblea annuale per l'approvazione del rendiconto economico e patrimoniale e del conto economico di previsione è convocata entro la fine del semestre successivo alla chiusura dell'esercizio.
L'Assemblea è altresì convocata quando occorra procedere alla nomina di Consiglieri il cui mandato sia scaduto, nonché ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno o su richiesta di un terzo dei Consiglieri in carica, di un decimo dei Soci aventi diritto al voto o dal Collegio dei Revisori.
L'Assemblea è convocata a cura del Presidente o, nel caso di sua assenza, impedimento o comunque di mancata convocazione ai sensi del presente Statuto entro quindici giorni dalla richiesta degli aventi diritto, dal Vice Presidente o da un altro dei Consiglieri in carica, mediante avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana almeno 10 giorni prima di quello fissato per l'adunanza, contenente l'indicazione del giorno, dell'ora e del luogo dell'adunanza e dell'eventuale adunanza in seconda convocazione, che deve essere successiva al quinto giorno dalla prima convocazione, nonché l'elenco delle materie da trattare.
L'Assemblea potrà essere convocata presso la sede sociale o altrove, purché nell'ambito del territorio del Comune di Torino.
L'avviso deve altresì essere affisso presso la sede sociale.

Art. 13. - In prima convocazione l' Assemblea si considera regolarmente costituita quando sia presente o rappresentata la maggioranza dei Soci.
In seconda convocazione l'Assemblea delibera sugli oggetti che avrebbero dovuto essere trattati nella prima, qualunque sia il numero dei Soci intervenuti.
L'Assemblea delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti, ad eccezione di quanto disposto all'art. 21.

PATRIMONIO SOCIALE

Art. 14. - Il patrimonio della SOCREM Torino è costituito dagli immobili e dagli edifici delle aree crematorie e si alimenta:

  1. con le quote associative;
  2. con oblazioni, lasciti e donazioni.

È costituita una quota indisponibile del patrimonio sociale pari ad Euro 150.000,00 (centocinquantamila e centesimi zero).
È vietata la distribuzione anche in modo indiretto di avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitali durante la vita dell'Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposti dalla legge.
La SOCREM Torino, non perseguendo alcun fine di lucro, reinveste gli eventuali residui d'esercizio a favore di attività istituzionali previste dal presente Statuto.

CONSIGLIO DIRETTIVO

Art. 15. - L'amministrazione ordinaria e straordinaria della SOCREM Torino è affidata, salvo le materie riservate dalla legge e dal presente Statuto alla competenza dell'Assemblea, ad un Consiglio Direttivo composto di dodici membri eletti dall'Assemblea dei Soci.
I Consiglieri durano in carica tre anni dall'elezione, sono rieleggibili e non percepiscono emolumenti.
In caso di cessazione dalla carica di un Consigliere per revoca, dimissioni, morte o sopravvenuta inidoneità fisica, il Consiglio Direttivo può procedere a maggioranza alla cooptazione di un nuovo membro il quale rimarrà in carica sino alla naturale scadenza del mandato del Consigliere sostituito.
La nomina dovrà essere ratificata dall'Assemblea nella prima riunione successiva alla cooptazione.  
Nel caso in cui per i motivi di cui al terzo comma venga meno la maggioranza dei Consiglieri, l'intero Consiglio si intenderà decaduto.
Nell'ipotesi di cui al comma precedente, l'Assemblea provvederà alla nomina di un nuovo Consiglio Direttivo, composto da dodici membri eletti in gruppi di quattro: un gruppo con mandato di durata triennale; un secondo gruppo con mandato della durata di due anni ed un terzo gruppo con mandato della durata di un anno.

Art. 16. - Il Consiglio elegge fra i propri componenti: il Presidente, il Vice Presidente, il Tesoriere e il Segretario. 

Art. 17. - Il Consiglio cura la gestione ordinaria e straordinaria dell'associazione nel rispetto dello Statuto sociale e predispone il rendiconto economico e patrimoniale ed il conto economico di previsione da presentare ogni anno all'Assemblea dei Soci.
Il Consiglio delibera a maggioranza; in caso di parità prevale il voto del Presidente.
Il Consiglio può emanare un Regolamento interno e modificarlo, purché non in contrasto con lo Statuto sociale.
Il Consiglio può delegare i propri poteri ad uno o più dei propri componenti, ad eccezione della approvazione del rendiconto economico e patrimoniale annuale, conferendo altresì al Consigliere delegato la facoltà di istituire procuratori generali o speciali per l'esercizio dei poteri delegati.

Art. 18. - Il Presidente rappresenta legalmente ed in giudizio la SOCREM Torino, presiede l'Assemblea ed il Consiglio Direttivo. In caso di impedimento è sostituito dal Vice Presidente o dal Tesoriere o da un altro Consigliere all'uopo designato dal Consiglio.

REVISORI

Art. 19. - I Revisori, in numero di tre, sono nominati dall'Assemblea tra gli iscritti al Registro dei Revisori Contabili, durano in carica tre anni e sono sempre rieleggibili. Non percepiscono emolumenti.

Art. 20. - I Revisori intervengono alle riunioni del Consiglio; procedono alle verifiche periodiche della contabilità e della cassa e devono presentare all'Assemblea la loro relazione sulla proposta di rendiconto economico e patrimoniale annuale. Hanno diritto di convocare d'ufficio le Assemblee che non fossero convocate dal Consiglio ed hanno dovere di convocare l'Assemblea entro e non oltre il 30 settembre di ogni anno in difetto di convocazione da parte del Consiglio entro il primo semestre dell'anno stesso.

MODIFICAZIONI ALLO STATUTO

Art. 21. - Questo Statuto potrà essere modificato soltanto con deliberazione dell'Assemblea dei Soci, appositamente convocata con specifico ordine del giorno, assunta con la maggioranza dei tre quarti dei presenti, sia in prima che in seconda convocazione.

CESSAZIONE

Art. 22. - Qualora la SOCREM Torino cessi la propria attività, è fatto obbligo di devolvere il patrimonio della società ad altra associazione con finalità analoghe a quelle della SOCREM Torino o ai fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo previsto dalla legge.